Scegli la lingua

I taralli pugliesi fanno furore a New York. Ma c’è spazio anche per «Viva la Bari»

Mingo De Pasquale gira lo spot di un tarallificio, promuove il nuovo club e prende in giro De Caro

I taralli pugliesi sul ponte di Brooklyn. Sono in corso in questi giorni a New York le riprese del nuovo spot del tarallificio Ester di Barletta. Che alla mimica inconfondibile di Mingo De Pasquale, storico inviato di Striscia la Notizia, affida la promozione anche internazionale dei loro prodotti.

LA LINEA AZIENDALE - I giovani figli del titolare del tarallificio, che stanno pian piano rilevando la gestione dell’azienda, hanno creduto che Mingo, con le sue origini pugliesi e il suo modo di fare genuino, potesse ben rappresentare quei taralli, per le comuni caratteristiche.

GLI SPOT - Gli spot - che vedremo presto in tv e sul web - hanno un taglio decisamente nuovo: cinico e irriverente, ma che strappa una risata, con l’ironia che caratterizza l’attività di Mingo, sì da esportare il Made in Puglia con estro creativo. Mingo è stato affiancato da una serie di bravi attori americani e italoamericani che insieme a lui si sono divertiti a girare nei luoghi più rappresentativi della Grande Mela, da Central Park al Ponte di Brooklyn. Lo spot è prodotto da MEC Produzioni srl e Trepuntouno srl. La regia è stata affidata al materano Vito Cea, con testi di autori nazionali.

#CHIAMADECARO - La trasferta newyorchese è diventata occasione per girare un altro video, ormai in giro per la rete. Approfittando dell’assenza del sindaco di New York Bill De Blasio, in questi giorni in Italia, Mingo esporta negli Stati Uniti la parodia di #chiamadecaro, la campagna di comunicazione utilizzata dal neoeletto collega barese.

 

© CORRIERE DEL MEZZOGIORNO - 31 LUGLIO 2014

back to top

Login or Register

Facebook user?

You can use your Facebook account to sign into our site.

fb iconLog in with Facebook

LOG IN

Questo sito utilizza cookie. Continuando la navigazione ne acconsenti all'utilizzo. Per saperne di più e modificare le tue preferenze consulta la nostra Cookie Policy